Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Unioncamere Piemonte, 27 ottobre 2021 data
Torna alla versione grafica - home

NovitÓ



Torino, 27 ottobre 2021
Ultimo aggiornamento: 29.10.2020



Percorso di navigazione

Strumento

NovitÓ

 

Contenuto della pagina

29.10.2020

Turismo: nuove risorse UE e competitivitÓ del territorio (Digital convention_29 ottobre 2020)


L’appuntamento di oggi – Turismo: nuove risorse UE e competitività del territorio – promosso da Confindustria Piemonte, Federturismo, Intesa Sanpaolo, Unioncamere Piemonte e Regione Piemonte, approfondisce l’aspetto delle risorse UE per investimenti e progetti coerenti con le linee strategiche prioritarie dell’Unione Europea, con particolare focus sulle relazioni tra politiche di sviluppo territoriale e industria del turismo.

Cinque i punti sostanziali emersi dai lavori:

  • A fronte dell'attuale situazione di emergenza, è essenziale definire strategie di medio-lungo termine
  • La trasversalità della filiera
  • Le risorse sono disponibili: occorre mettere in campo una progettualità innovativa per
  • destinare gli investimenti in modo efficace
  • Il tema della comunicazione resta fondamentale, ma resta ancora molto lavoro da fare
  • L'interazione dei tre sistemi – istituzioni, imprese e banche – crea un valore aggiunto imprescindibile

«Il turismo è un prodotto economico a tutti gli effettiha sottolineato il Presidente della Camera di commercio di Alessandria-Asti, Gian Paolo Coscia –. Lo è da tempo su scala italiana, lo sta diventando anche per il Piemonte, ove produce un indotto di oltre 7 miliardi di euro, con una tendenza in costante crescita. L'opportunità di risorse europee per il settore turistico, oggetto del convegno di oggi, non può e non deve essere mancata soprattutto in questa fase emergenziale. Cerchiamo di evitare ogni tentazione assistenzialistica e cogliamo l’opportunità delle risorse per rilanciare dalla base la competitività delle imprese turistiche piemontesi in un turismo cambiato forse per sempre. Digitalizzazione in primis, ma anche attenzione ai temi della sostenibilità, della sicurezza. Su questi temi, le Camere di commercio sono pronte a fare la loro parte».

Qui il comunicato stampa integrale.