Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Unioncamere Piemonte, 19 dicembre 2018
Torna alla versione grafica - home

'Una storia lunga 150 anni': photogallery



Torino, 19 dicembre 2018
Ultimo aggiornamento: 21.05.2013



Promozione delle eccellenze



'UNA STORIA LUNGA 150 ANNI': PHOTOGALLERY

"Una storia lunga 150 anni": un racconto, per immagini, di come Ŕ cambiato il Piemonte economico, sociale, artistico e culturale


Centocinquanta anni fa - il 6 luglio 1862 - il primo Parlamento unitario emanava la legge che istituiva “una rete di Camere di commercio estesa su tutto il territorio nazionale”. Quella rete negli anni si è irrobustita, fino a diventare il sostegno a un edificio ideale: “la casa delle imprese” che oggi ospita più di 6 milioni di aziende.

 

Unioncamere Piemonte, in collaborazione con l’Agenzia Ansa, ha voluto raccontare i cambiamenti nella vita economica, sociale, artistica e culturale della regione all’interno del libro fotografico “Una storia lunga 150 anni”.

 

Una selezione delle fotografie incluse nel volume sarà esposta a Washingotn e New York nella mostra fotografica "Tour around Italy" - patrocinata dal Ministero degli Affari Esteri, dall'Ambasciata italiana negli Stati Uniti e da Expo 2015 - realizzata dall’agenzia giornalistica Ansa con l’obiettivo di valorizzare e far conoscere le eccellenze regionali e italiane negli States.

 

 

150 ANNI DI IMPRESE
Tra il 1861 e il 2011 la popolazione residente in Piemonte è aumentata del 58%. Il censimento del 1861 contava 2.815.671 residenti in Piemonte. Nel 2011 la popolazione residente in Piemonte è pari a 4.457.335 unità. Nel 1861 l’agricoltura convogliava oltre l’80% della popolazione attiva, l’industria circa il 12%, i servizi il 7% (economia prevalentemente agricola); nel 1931, nel pieno del processo di industrializzazione, la quota dell’agricoltura era scesa al 46%, quella dell’industria era salita al 33%, quella dei servizi al 21%. Nel 2001, nel pieno del processo di terziarizzazione dell’economia, la quota dei servizi ha raggiunto il 56%, quella dell’industria è scesa al 39%. L’agricoltura pesa meno del 5%.  

Nel 1951, primo anno per cui sono disponibili i dati relativi alla ripartizione settoriale del valore aggiunto, l’agricoltura produceva quasi il 10% del valore aggiunto piemontese, l’industria quasi il 60%, i servizi il 32%. Oggi l’assetto dell’economia piemontese è profondamente mutato: i servizi producono oltre il 70% della ricchezza, l’industria non supera il 30% e il contributo dell’agricoltura è fermo all’1% circa. Tra il 1951 e il 2001 (ultimo anno per cui sono disponibili i dati censuari) il numero di unità locali presenti in Piemonte è quasi raddoppiato, mentre il numero di addetti è cresciuto solo del 40%. Nell’ultimo decennio la crescita del tessuto imprenditoriale è risultata meno intensa (il numero di unità locali sono, infatti, aumentate solo del 7% tra il 2001 e il 2011). Ad oggi contiamo circa 464mila imprese registrate in Piemonte, 558mila unità locali.  

Tra il 1951 e il 2001 (ultimo anno per cui sono disponibili i dati censuari) il numero di unità locali presenti in Piemonte è quasi raddoppiato, mentre il numero di addetti è cresciuto solo del 40%. Nell’ultimo decennio la crescita del tessuto imprenditoriale è risultata meno intensa (il numero di unità locali sono, infatti, aumentate solo del 7% tra il 2001 e il 2011). Ad oggi contiamo circa 464mila imprese registrate in Piemonte, 558mila unità locali.

 

 

 

 

 

 

 



 

 

 

 

 

 

 

 

Controllo di una scheda di localizzazione satellitare, Venaria

Controllo di una scheda di localizzazione satellitare, Venaria

"Una storia lunga 150 anni"

'Caterinette' al lavoro presso l'atelier La Merveilleuse

'Caterinette' al lavoro presso l'atelier La Merveilleuse

Piazza San Carlo, Torino, 1895

Piazza San Carlo, Torino, 1895

Tessuti prodotti dal Lanificio Barbera, Biella

Tessuti prodotti dal Lanificio Barbera, Biella

Mondine al lavoro nelle risaie del vercellese, fine anni '40

Mondine al lavoro nelle risaie del vercellese, fine anni '40

Dormitorio Della Colonia Mutua Fiat, Sauze D'Oulx, 1938

Dormitorio Della Colonia Mutua Fiat, Sauze D'Oulx, 1938

Lavorazione di un bracciale d'oro in azienda orafa, Valenza Po

Lavorazione di un bracciale d'oro in azienda orafa, Valenza Po

Controllo di una scheda di localizzazione satellitare, Venaria

Controllo di una scheda di localizzazione satellitare, Venaria

Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina

Seguici su Twitter

Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

Ufficio Comunicazione, Stampa e Redazione web

Riferimento Annalisa D'Errico
Indirizzo Via Pomba, 23 - 10123 Torino
Telefono 011.5669270
Fax 011.5119144
E-mail a.derrico@pie.camcom.it, ufficio.comunicazione@pie.camcom.it, redazione.web@pie.camcom.it
Orari Da Lunedý a Giovedý: 9.00 - 12.30 e 14.30 - 17.00; Venerdý: 9.00 - 14.30

[ inizio pagina ]