Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Unioncamere Piemonte, 18 gennaio 2018
Torna alla versione grafica - home

Clausole tipo



Torino, 18 gennaio 2018
Ultimo aggiornamento: 18.11.2015



Arbitrato e mediazione



logo CameraArbitrale

CLAUSOLE TIPO

Contenuto pagina


Per ricorrere all´arbitrato è necessaria una clausola contrattuale o la sottoscrizione di un compromesso.

Clausola compromissoria per arbitrato
Qualsiasi controversia derivante dal presente contratto sarà sottoposta ad arbitrato rituale secondo il Regolamento della Camera Arbitrale del Piemonte. L’arbitrato si svolgerà secondo la procedura di arbitrato ordinario di diritto o di arbitrato rapido di equità a seconda del valore, così come determinato ai sensi del Regolamento.
Note:

  • il Regolamento della Camera Arbitrale del Piemonte prevede, di norma, che le controversie siano devolute ad un arbitro unico; le parti possono espressamente prevedere nella clausola compromissoria o nel compromesso che la controversia sia decisa da un collegio di tre arbitri
  • le parti possono modificare la clausola proposta prevedendo che l’arbitrato sia irrituale (art. 808-ter c.p.c.) anziché rituale
  • le parti possono prevedere che l’arbitrato ordinario sia di equità o che l’arbitrato rapido sia di diritto, salvi i limiti di legge
  • il Regolamento prevede che la procedura di arbitrato rapido si applichi a controversie di valore inferiore a 150.000 euro; le parti possono prevedere sia l’arbitrato rapido per controversie di valore superiore, sia l’arbitrato ordinario per controversie di valore inferiore
  • quando la controparte sia un consumatore è necessario che la clausola compromissoria sia oggetto di trattativa individuale (cfr. art. 33 lett. t) e 34.4 del Codice del Consumo, D. lgs. 206 del 6/9/2005).

Clausola compromissoria societaria 
Tutte le controversie che dovessero insorgere tra i soci, o tra i soci e la società, aventi ad oggetto diritti disponibili relativi al rapporto sociale, nonché tutte le controversie nei confronti di amministratori, sindaci e liquidatori o tra questi o da essi promossa, ivi comprese quelle relative alla validità delle delibere assembleari o aventi ad oggetto la qualità di socio, saranno devolute ad arbitrato secondo il Regolamento della Camera Arbitrale del Piemonte nel rispetto della disciplina prevista dagli artt. 34, 35 e 36 del D. lgs. 17/1/2003 n.5. L’arbitrato si svolgerà secondo la procedura di arbitrato ordinario o di arbitrato rapido in conformità con il Regolamento. 
Note:

  • il Regolamento della Camera Arbitrale del Piemonte prevede, di norma, che le controversie siano devolute ad un arbitro unico; le parti possono espressamente prevedere nella clausola compromissoria o nel compromesso che la controversia sia decisa da un collegio di tre arbitri
  • il Regolamento prevede che la procedura di arbitrato rapido si applichi a controversie di valore inferiore a 150.000 euro; le parti possono prevedere sia l’arbitrato rapido per controversie di valore superiore, sia l’arbitrato ordinario per controversie di valore inferiore

 

Clausole per arbitrato in lingua:

 

 

 



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina

Seguici su Twitter

Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

Area Servizi associati e Legale - Camera Arbitrale del Piemonte

Riferimento Segreteria
Indirizzo Via Cavour 17 - 10123 Torino
Telefono 011.5669293-294
Fax
E-mail arbitrato@pie.camcom.it, arbitrato@legalmail.it
Orari Previo appuntamento - Mercoledý 9.15 - 12.30 e 14.30 - 16.00. L'accesso in altri giorni o orari Ŕ da concordarsi telefonicamente.

[ inizio pagina ]