Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Unioncamere Piemonte, 30 maggio 2017
Torna alla versione grafica - home

Clausole vessatorie



Torino, 30 maggio 2017
Ultimo aggiornamento: 10.07.2012



Trasparenza del mercato e tutela dei consumatori



CLAUSOLE VESSATORIE

La materia delle clausole vessatorie nei contratti stipulati dai consumatori Ŕ disciplinata dal D.Lgs. 6 settembre 2005, n. 206 (c.d. Codice del Consumo)





Contenuto pagina


Sono vessatorie le clausole che comportano, a carico del consumatore, un significativo squilibrio dei diritti e degli obblighi derivanti dal contratto (squilibrio normativo).
La vessatorietÓ Ŕ accertata tenendo conto del tipo di bene o servizio, delle circostanze presenti al momento della conclusione del contratto e dell┤insieme delle clausole contrattuali. Non si considera, invece, il semplice squilibrio economico, ad esempio l┤adeguatezza del corrispettivo di beni o servizi che sono stati pattuiti. 

Il legislatore ha escluso la vessatorietÓ quando la clausola Ŕ stata discussa e trattata dalle parti che hanno stipulato il contratto e nel caso in cui le clausole riproducano disposizioni di leggi nazionali o comunitarie. 
Il Codice del Consumo elenca una serie di clausole che si presumono vessatorie se non si fornisce la prova che su di esse Ŕ stata condotta una trattativa tra le parti ed un elenco pi¨ ristretto di clausole che sono vessatorie in ogni caso, nonostante la prova dell┤eventuale trattativa. 

La presenza di clausole vessatorie comporta l┤esclusione di queste dal contratto, il quale rimane efficace per tutti gli altri aspetti.
L┤inefficacia delle clausole opera solo a favore del consumatore, che Ŕ il soggetto a tutela del quale Ŕ stata introdotta questa disciplina. Il giudice ha inoltre la possibilitÓ di rilevare la vessatorie d┤ufficio.




Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina

Seguici su Twitter

Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

Area Servizi associati e Legale

Riferimento Vittoria Morabito
Indirizzo Via Cavour, 17 - 10123 Torino
Telefono 011.5669255
Fax 011.5669290
E-mail v.morabito@pie.camcom.it
Orari Da Lunedý a Giovedý: 9.00 - 12.30 e 14.30 - 17.00; Venerdý: 9.00 - 14.30

[ inizio pagina ]